Come migliorare la sicurezza nella vostra azienda alimentare

post-thumb

Scritto da Jill / Alla Aug 05, 2022


Perché la sicurezza alimentare è importante?

Gli alimenti nei supermercati sono più abbondanti che mai. Gli scaffali sono pieni di prodotti provenienti da tutto il mondo, di molte marche e prezzi. Si può scegliere tra prodotti vegani, senza glutine, light e halal. I negozi specializzati e gli shop online hanno le loro offerte specifiche. La scelta è infinita, eppure ci aspettiamo che tutti questi prodotti siano sicuri per la nostra salute.


  • Ogni anno, 600 milioni di persone si ammalano e 420.000 persone muoiono a causa di alimenti non sicuri.
  • Solo negli Stati Uniti, 48 milioni di persone all’anno, ovvero 1 americano su 6, si infettano attraverso il cibo.
  • Marchi famosi, come il gelato Big Olaf, le ostriche Pacific e i cioccolatini Ferrero, hanno recentemente dovuto ritirare i prodotti o addirittura chiudere gli stabilimenti a causa di un’epidemia di malattie di origine alimentare.
  • Per prevenire le malattie di origine alimentare, la FDA impone norme rigorose, riunite nel Food Safety Modernization Act.
  • Ci sono diverse semplici azioni che le aziende alimentari possono applicare per migliorare la sicurezza. Alla fine di questo articolo vi forniamo alcuni suggerimenti.

Tutti i consumatori, me e voi compresi, si aspettano che tutte le parti coinvolte nell’industria alimentare - dall’agricoltore al venditore - facciano tutto ciò che è in loro potere per portare sul mercato prodotti sicuri e di qualità. E giustamente. Tuttavia, i recenti focolai di malattie di origine alimentare dimostrano che questa rimane una sfida.

Secondo i dati dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), ogni anno 600 milioni di persone nel mondo si ammalano a causa di alimenti non sicuri. 420.000 persone all’anno muoiono per malattie di origine alimentare. Il 30% di questi decessi avviene in bambini di età inferiore ai 5 anni.

Solo negli Stati Uniti, 48 milioni di persone - quasi 1 su 6 - si ammalano ogni anno a causa del cibo, secondo i dati più recenti dei Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC). Ogni anno, 128.000 americani vengono ricoverati in ospedale e 3.000 muoiono dopo aver mangiato cibo contaminato.



Focolai recenti

Solo negli Stati Uniti, quest’anno sono stati registrati 15 focolai di malattie di origine alimentare. Tra i casi più rilevanti ricordiamo i seguenti:

  • A febbraio, 2 bambini sono morti a causa del cronobacter. Un totale di 4 bambini in 3 stati si sono ammalati dopo aver consumato latte artificiale Abbott Nutrition prodotto in Michigan.
  • Ad aprile è stato identificato un focolaio di listeria. Ad oggi sono stati segnalati 23 casi in 10 Stati. L’epidemia ha provocato 1 decesso, 1 perdita fetale e 22 ricoveri, secondo quanto riferito dalla Food and Drug Administration (FDA) statunitense. L’epidemia è stata collegata al gelato della Big Olaf Creamery in Florida e tutti i prodotti di questo marchio sono stati ritirati a luglio.
  • Da aprile, la FDA ha ricevuto 558 segnalazioni di disturbi gastrici in seguito al consumo dei cereali da colazione Lucky Charms. Il sito web iwaspoisoned.com, che pubblica le segnalazioni dei consumatori che ritengono di essersi ammalati a causa del consumo di un prodotto, ha ricevuto addirittura più di 7.300 segnalazioni. Non è ancora chiaro se ci sia effettivamente un legame tra i reclami e il consumo di Lucky Charms; finora non sono stati identificati problemi durante le indagini.
  • A maggio, un focolaio di salmonella è stato ricondotto al burro di arachidi Jif prodotto dalla J.M. Smucker Company in Kentucky. Finora sono stati confermati 16 casi in 12 Stati, due dei quali hanno richiesto il ricovero in ospedale. Il burro di arachidi e tutti i prodotti che lo contenevano sono stati ritirati dagli scaffali.
  • A giugno, 18 persone in 3 Stati hanno contratto l’epatite A dopo aver mangiato fragole fresche biologiche importate dal Messico. 13 persone sono state ricoverate in ospedale.
  • Sempre a giugno, alcune persone si sono ammalate a causa di crumble di lenticchie e porri francesi surgelati di Daily Harvest. La FDA ha ricevuto 277 reclami, l’azienda stessa 470. Secondo l’azienda, il colpevole è la farina di tara che è stata lavorata nel prodotto. Si tratta di un additivo ricavato dai semi dell’albero di tara del Perù.

Sicurezza alimentare temperatura del formaggio



Nel frattempo, altri Paesi hanno dovuto affrontare le proprie epidemie, alcune con implicazioni importanti:

  • Nel 2021 e all’inizio del 2022, circa 300 persone in sei Paesi europei sono state infettate dalla salmonella dopo aver mangiato uova. Due persone sono morte. La Francia è stata la più colpita, ma sono state registrate infezioni anche in Spagna, Paesi Bassi, Regno Unito, Norvegia e Danimarca.
  • Le ostriche crude del marchio Pacific Oysters, prodotte dall’azienda canadese Union Bay Seafood Ltd., hanno causato una grave epidemia di norovirus all’inizio del 2022, che ha raggiunto gli Stati Uniti. 328 canadesi e 192 americani si sono ammalati.
  • In Francia, da febbraio sono stati contati 56 casi di intossicazione da E. coli, legati alle pizze surgelate di Buitoni (Nestlé). Tra i pazienti ci sono 55 bambini, 2 dei quali sono morti. Le pizze, vendute anche in molti altri Paesi, sono state richiamate e la produzione è stata temporaneamente interrotta. Che siano fresche o surgelate, dopo l’epidemia le pizze vendute nei supermercati non sono più molto richieste in Francia.
  • Poco prima di Pasqua, c’è stata un’epidemia globale di salmonella causata dai prodotti di cioccolato a marchio Kinder, prodotti in uno stabilimento Ferrero in Belgio. In 17 Paesi si sono ammalate 455 persone, soprattutto bambini, molti dei quali hanno dovuto essere ricoverati in ospedale. La maggior parte delle infezioni è stata contata nel Regno Unito e in Francia, ma i casi sono stati registrati in tutta Europa, negli Stati Uniti e in Canada. Più di 3.000 tonnellate di prodotti Kinder sono state ritirate dagli scaffali e la fabbrica in Belgio è rimasta chiusa per mesi.
  • A giugno è stata evitata una nuova epidemia di salmonella. Un lotto di cioccolato contaminato è stato scoperto nei locali della Barry Callebaut in Belgio. La fabbrica è stata chiusa e nessun prodotto contaminato è arrivato nei negozi.
  • A maggio, un birrificio in Brasile è stato multato per 5 milioni di Real (quasi 1 milione di dollari USA) per aver venduto birra infetta nel 2020. 10 persone sono morte quell’anno dopo aver bevuto la birra, che conteneva tracce di glicole dietilenico. Altre decine svilupparono sintomi gravi, tra cui cecità e paralisi facciale. È stato necessario distruggere quasi 80.000 litri di birra e 56.000 bottiglie di diverse marche.

A Vizito prendiamo sul serio la sicurezza. Qui potete leggere come la gestione digitale dei visitatori può migliorare la sicurezza nella vostra azienda.



Il Food Safety Modernization Act applica gli standard di sicurezza

Per prevenire tali contaminazioni, i governi impongono norme severe sulla produzione e la lavorazione degli alimenti. A tal fine, è stato istituito il Food Safety Modernization Act (FSMA) della FDA. Nel 2015 sono state finalizzate 7 regole importanti per tutte le aziende che coltivano, lavorano, trasportano o immagazzinano alimenti.


1. Standard di sicurezza per frutta e verdura

La norma sulla sicurezza dei prodotti stabilisce standard minimi basati su dati scientifici per la coltivazione, la raccolta, il confezionamento e la conservazione dei prodotti destinati al consumo umano. Riguarda frutta, verdura e noci che possono essere consumate crude.


2. Controlli preventivi per gli alimenti destinati al consumo umano

Questa regola stabilisce che le strutture alimentari registrate presso la FDA devono disporre di un piano di sicurezza alimentare che identifichi i pericoli e delinei gli opportuni controlli preventivi.


3. Controlli preventivi per gli alimenti di origine animale

I requisiti della norma precedente si applicano anche alle strutture per alimenti di origine animale.


4. Trasporto sanitario

Questa regola elenca i requisiti per le aziende che trasportano alimenti, compresi gli spedizionieri, i ricevitori, i caricatori e i vettori con veicoli a motore o ferroviari. L’obiettivo è quello di mantenere gli alimenti al sicuro dalla contaminazione durante il trasporto.


5. Strategie di mitigazione contro l’adulterazione intenzionale

Questa regola si occupa di prevenire l’adulterazione intenzionale “da atti destinati a causare danni su larga scala alla salute pubblica, compresi gli atti di terrorismo che hanno come obiettivo l’approvvigionamento alimentare”.

Tutte le strutture alimentari registrate presso l’FDA devono sviluppare un piano che valuti le vulnerabilità della contaminazione e documentare una strategia di mitigazione per ciascuna vulnerabilità.


6. Certificazioni di terzi accreditate

Questa norma stabilisce le procedure e i requisiti per gli organismi di accreditamento che chiedono il riconoscimento da parte della FDA, nonché per gli organismi di certificazione di terze parti che chiedono l’accreditamento. Questi organismi potranno condurre audit sulla sicurezza alimentare e certificare che le strutture alimentari straniere seguono le linee guida della FDA in materia di sicurezza alimentare.


7. Programma di verifica dei fornitori esteri

Il Programma di verifica dei fornitori stranieri si applica a tutti gli importatori di alimenti umani e animali negli Stati Uniti. Richiede agli importatori di verificare che i loro fornitori globali siano conformi alle normative della FDA.


Legge sulla modernizzazione della sicurezza alimentare Norme FSMA



Altri Paesi hanno adattato regole simili, come il Regolamento generale sulla legislazione alimentare in Europa.



Il modo migliore per prevenire la scarsa sicurezza alimentare nella vostra azienda alimentare?

I numerosi focolai dimostrano che, nonostante le regole, la contaminazione può ancora verificarsi. Vi diamo 7 consigli per osservare la sicurezza alimentare nella vostra azienda alimentare e ridurre così i rischi al minimo.

  1. Lavarsi le mani con acqua e sapone quando si maneggiano alimenti o prodotti affini.
  2. Indossate guanti quando è necessario, ad esempio quando maneggiate alimenti crudi.
  3. Prestare attenzione alla temperatura per evitare la diffusione di batteri.
  4. Pulite tutte le superfici della vostra struttura più volte al giorno con acqua e sapone.
  5. Eseguire regolari controlli delle scorte per evitare la scadenza dei prodotti.
  6. Assicuratevi che tutti i membri della vostra azienda siano a conoscenza di tutte le regole e procedure.
  7. Utilizzate un sistema di gestione dei visitatori per rispettare gli obblighi di legge e migliorare la sicurezza all’interno dei vostri locali.

Protocollo di sicurezza per la panificazione in cartone




In che modo la registrazione dei visitatori può contribuire a migliorare la sicurezza?

Nella maggior parte degli uffici, la registrazione digitale dei visitatori è già completamente integrata. Ma i benefici di una moderna soluzione di gestione dei visitatori sulla sicurezza alimentare sono raramente menzionati. Ecco 5 modi in cui un sistema di gestione dei visitatori può migliorare la sicurezza alimentare della vostra azienda:


1. Controllo degli accessi per il personale e i visitatori

Ogni giorno decine, se non centinaia di persone entrano nella vostra azienda alimentare. Ogni persona che ha accesso ai vostri edifici è una potenziale fonte di contaminazione. Il controllo degli accessi è un pilastro importante per ridurre i rischi.

Un sistema digitale di gestione dei visitatori vi aiuta a evitare che persone non autorizzate entrino nella vostra struttura alimentare. Inoltre, garantisce che ai visitatori sia consentito l’accesso solo a determinate aree dell’edificio. E con l’aiuto di badge facili da stampare, i visitatori possono essere identificati in un istante.

Il controllo degli accessi non si applica solo ai visitatori. Non tutti i dipendenti devono avere accesso a tutti i reparti dell’azienda. Meno persone hanno accesso alle linee di produzione, minore è il rischio di contaminazione.


2. Screening sanitario

È inoltre possibile effettuare uno screening dei visitatori per determinare se rappresentano un rischio per l’azienda. Con un breve sondaggio, ad esempio, è possibile valutare lo stato di salute attuale dei visitatori. Una persona che indica di sentirsi male o di avere allergie può essere controllata ulteriormente da un addetto alla prevenzione o alla sicurezza in loco.

Per saperne di più su come iniziare la gestione digitale dei visitatori in meno di 30 minuti qui.


3. Segnalazione dei protocolli di sicurezza e igiene

Un sistema digitale di gestione dei visitatori vi consente di informare i vostri visitatori in modo semplice e nella loro lingua sulle linee guida di sicurezza e igiene in vigore nella vostra azienda, come ad esempio l’uso di retine per capelli, maschere o indumenti protettivi.

Potete caricare le informazioni necessarie nel sistema e integrarle come elemento obbligatorio nel processo di check-in. È anche possibile mostrare a determinati visitatori un video informativo o istruttivo che spieghi le linee guida. Infine, potete chiedere ai vostri visitatori di firmare i protocolli di sicurezza, che li obbligano a seguire le vostre regole.

Quando si aspetta un visitatore, si può anche informarlo in anticipo delle linee guida applicabili nella vostra azienda. In questo modo si garantisce che il visitatore sia a conoscenza delle norme di salute e sicurezza prima di arrivare nella vostra struttura.


4. (Pre-) approvazione dei visitatori

Con un sistema di gestione dei visitatori, potete facilmente impedire l’ingresso in azienda di ospiti indesiderati (e non salutari). È possibile concedere l’accesso solo ai visitatori (pre)approvati. Solo i visitatori che sono stati controllati in loco o in anticipo possono accedere a determinate parti della vostra azienda con un codice QR.


5. Tenere un registro dei visitatori

Uno degli obblighi che i governi impongono alle aziende alimentari è quello di tenere un registro dei visitatori. Ciò è necessario per le analisi dei rischi, per i controlli preventivi e per le indagini quando le cose vanno male.

Un sistema avanzato di gestione dei visitatori non è un obbligo. Tuttavia, un sistema di questo tipo vi aiuta a fare un passo avanti, poiché tutti i dati necessari sono immediatamente disponibili e possono essere archiviati automaticamente. In questo modo si evita il fastidio degli elenchi cartacei, che spesso sono incompleti e possono andare persi. E quando le autorità di controllo decidono di effettuare un audit del vostro impianto di produzione alimentare, un registro digitale dei visitatori vi aiuta a dimostrare che state prestando la dovuta attenzione alla sicurezza del vostro impianto.


Per capire come un moderno sistema di gestione dei visitatori possa aiutarvi a rispettare le norme di legge sulla sicurezza alimentare, provate Vizito durante una prova di 14 giorni. Chiacchierate con noi o prenotate una demo per discutere di come Vizito può aiutarvi a migliorare la vostra ricezione..

Avete altre domande? Ecco le 7 domande più comuni sui sistemi di gestione dei visitatori - e le nostre risposte.

Prova gratis Vizito